Phedroimpresa: il partner che ridisegna il tuo progetto aziendale

metodo-image

Consiste nella gestione e nella verifica dei flussi finanziari aziendali in entrata e in uscita (cash flow management) attesi nel breve periodo, al fine di riscontrare in anticipo, controllare ed ottimizzare l’utilizzo delle risorse monetarie disponibili e delle linee di credito.

Indica le attività di controllo sulla gestione e il funzionamento di un’azienda nel breve periodo. È uno strumento che assume particolare rilevanza nell’organizzazione aziendale, poiché è finalizzato a guidare la gestione verso il conseguimento degli obiettivi stabiliti in sede di pianificazione aziendale, rilevando periodicamente, attraverso la misurazione di appositi indicatori, lo scostamento tra gli obiettivi pianificati e i risultati conseguiti affinché l’imprenditore possa decidere ed attuare le opportune azioni correttive nel corso dell’esercizio.

È il documento che illustra in termini qualitativi e quantitativi le strategie competitive dell’azienda nel medio-lungo periodo (3-5 anni), individua le azioni che devono essere realizzate per il raggiungimento di tali obiettivi e stima i risultati attesi dal punto di vista economico, finanziario e patrimoniale. Il piano è redatto inquadrando l’azienda all’interno del suo settore di appartenenza e dell’ambiente competitivo, stimando i ricavi, i costi, gli investimenti, i fabbisogni finanziari, le risorse, la sostenibilità, il ritorno degli investimenti e l’evoluzione del capitale investito. Il piano industriale permette di programmare e di gestire l’azienda seguendo un percorso definito ed è un documento indispensabile per richiedere agli Istituti di credito i finanziamenti a medio lungo termine.

Il Business Plan è il documento analogo al piano industriale ma viene redatto per le new-co in fase di start up.

Ha di norma origine da una temporanea crisi aziendale causata da patologie differenti quali la contrazione del fatturato, le perdite economiche, le perdite di valore del capitale, gli squilibri patrimoniali e finanziari, il sovra indebitamento e le insolvenze. Queste criticità, se vengono affrontate tempestivamente con appropriate azioni di ristrutturazione, si trasformano in reali opportunità di rilancio e, successivamente, anche di sviluppo. Ristrutturare significa revisionare l’azienda sotto ogni profilo per conseguire un equilibrio economico, finanziario e patrimoniale attraverso la riduzione dei costi, il consolidamento e la ripianificazione del debito e la dismissione delle attività non strategiche.

Per la complessità dell’intervento è sempre consigliabile affidarsi ad un team di professionisti che siano esperti nel:

  • Mettere a punto e sviluppare un piano di ristrutturazione aziendale;
  • Individuare e implementare azioni di rilancio aziendale;
  • Negoziare con gli Istituti di credito e i fornitori le modalità più consone all’attuazione e alla sostenibilità del piano.

In tale ambito Phedro Impresa ha maturato una specifica esperienza ed è in grado di fornire un valido servizio di assistenza finalizzato al superamento della crisi temporanea di un’azienda, utilizzando gli strumenti agevolativi previsti dalla Legge che facilitano il dialogo tra l’azienda e il Ceto creditorio quali ad esempio: “Piano attestato di risanamento” – “Accordi di ristrutturazione del debito” – “Concordato con continuità”. In queste circostanze Phedro Impresa in qualità di “Advisor” del cliente ne coordina tutte le fasi e offre una consulenza completa con la formula “chiavi in mano”.

L’ Advisor si occupa di:

  • Redigere il piano di ristrutturazione comprensivo della Manovra Finanziaria, che descrive nel dettaglio tutte le richieste da avanzare al Ceto creditorio;
  • Coordinare, con lo studio legale che rappresenta il Ceto creditorio, la stesura dell’Accordo di Ristrutturazione;
  • Fornire all’Asseveratore tutte le informazioni necessarie per elaborare la sua relazione, nella quale sono contenuti gli stress-test;
  • Negoziare con il Ceto creditorio le clausole contrattuali e le condizioni economiche.